Menu

Boschetto 125

In Stock

 14.50
Confronta
Categoria:

Product Description

Sul fronte francese, nel 1918, l’ultimo anno della prima guerra mondiale, il ventitreenne Ernst Junger è tenente nella compagnia assegnata al “Boschetto 125”. In trincea, infilato nel tascapane, ha sempre con sé uno di quegli esili quadernetti sui quali annota i propri appunti: la scrittura accompagna costantemente l’esperienza in campo. In seguito l’autore riprenderà questo diario di guerra per farne un racconto: ‘Boschetto 125′. Il giovane ufficiale, che verrà decorato con la croce “pour le mérite”, massima onoreficenza militare tedesca, narra episodi di combattimento e vita di trincea, descrive la campagna francese sul confine tra Piccardia e Artois attraversata dai reticolati, i villaggi distrutti e abbandonati, i giardini inselvatichiti; dipinge i volti dei combattenti come le figure di un quadro di Bruegel. Snodo decisivo del racconto è lo scontro per la difesa del boschetto, che sarà alla fine conquistato dagli inglesi. E’ la storia di una sconfitta, dunque. Ma, con ancora nelle orecchie i fischi degli spari, Junger commenta la perdita del boschetto come un episodio irrilevante sul cui “terribile sfondo si erge il combattente, uomo semplice senza nome; su di lui poggiano il peso e il destino del mondo”.
“Quasi ingrandimento di una delle stazioni di sosta attraverso cui corre il flusso del folgorante libro jungeriano, ‘Nelle tempeste d’acciaio'” (come scrive Quirino Principe nella presentazione), ‘Boschetto 125’ – “libro seducente e crudele” – uscì nel 1924 (ma datato 1925). Questa prima edizione italiana segue alle traduzioni nelle principali lingue europee.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Autore

Casa Editrice

X