Menu

I fasci italiani all’estero

In Stock

 20.00
Confronta
Categoria:

Product Description

Brossura
Questo libro affronta per la prima volta la nascita, lo sviluppo, l’azione dei “Fasci italiani all’estero”.
E’ un tentativo per spiegare un fenomeno poco conosciuto ma che rivestì grande importanza come voce propagandistica del fascismo italiano in terra straniera. Si è cercato di percorrerne le tappe, dagli inizi, piuttosto timidi, sino alla caduta del fascismo, anche se nella RSI ancora se ne parla.
Il fenomeno assunse dimensioni tali che venne creato uno statuto particolare che regolava e disciplinava gli iscritti al fine di guadagnare credibilità e rispetto; venne istituita un’apposita segreteria generale, inizialmente affidata a Giuseppe Bastianini e retta, negli anni, da altri valenti segretari come Sollazzo e Piero Parini. Per i fasci italiani all’estero venne coinvolto anche il Ministero della Stampa e Propaganda divenuto poi, della Cultura Popolare; venne creato un giornale “Il Legionario”. Furono coinvolti Consoli e Ambasciatori anche se, in molti casi, anzichè favorire l’azione dei Fasci, si adoperarono per ostacolarne lo sviluppo, creando qualche imbarazzo pressp il Governo di Roma.
Ampia appendice con documentazione d’epoca.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Casa Editrice

X