Menu

Il buco

In Stock

 13.00
Confronta
Categoria:

Product Description

Dopo 24 anni dal disastro, la sentenza del 30 aprile 2004 della Corte di Assise di Roma ha chiuso una fase della vicenda giudiziaria relativa alla strage di Ustica. Il proscioglimento per prescrizione dei principali imputati non risponde a nessuno degli interrogativi aperti dalle varie istruttorie. restano senza soluzione i misteri relativi alla meccanica del disastro e le responsabilità. Il presente saggio, scritto da Luigi Di Stefano, tecnico di pluriennale esperienza e consulente di parte civile nel processo di Ustica negli anni 1994-95, è fondato su un lavoro meticoloso di ricostruzioni, vaglio di perizie, sovrapposizione di schemi tanto da far combaciare tutti i dati oggi disponibili con un rilievo di straordinaria evidenza. Così clamoroso che, come a volta accade, era sotto gli occhi di tutti ma era sfuggito all’attenzione generale. Il foro, anzi i fori di entrata e di uscita dei due missili che hanno colpito il Dc9 sono là, visibili agli occhi di tutti, inoppugnabili più di qualsiasi ipotesi. Questo è dunque il fulcro dell’indagine condotta dall’autore. Intorno a quegli squarci si ricompone il puzzle dello svolgimento dell’evento.Ma nel libro c’è di più: proprio le ultime aquisizioni sul significato delle sigle di tracciati radar ritenuti inspiegabili dicono che lo scenario in cui questo ebbe luogo era uno scenario di guerra. Di guerra elettronica. E quindi non fortuito, occasionale, imprevisto: il Dc9 si trovò al centro di un’azione complessa e ccordinata. Mal coordinata si dirà, alla luce del risultato, ma non improvvisa.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Casa Editrice

X