Menu

Il respiro del buio

In Stock

 20.00
Confronta
Categoria:

Product Description

Lasciarsi il passato alle spalle e ricominciare: è il pensiero fisso con cui, dopo due anni di guerra, il protagonista di questa storia sale sul treno per tornare a casa. Ma basta poco per rendersi conto che guerra e pace sono termini intercambiabili, e che non esiste nessun confine – geografico, cronologico o interiore – oltre il quale si è salvi: puoi vivere ancora mille vite, ma se sei stato un soldato sarai per sempre un reduce. Con la sua scrittura ruvida e diretta, e un talento istintivo nel raccontare, Nicolai Lilin ci consegna un romanzo di «formazione estrema», la cronaca di un percorso emotivo di drammatica intensità. «Io ero una minaccia per la gente, minacciavo l’assoluto delle loro coscienze, la sacralità delle loro vite. Io conoscevo da vicino l’oggetto delle loro più grandi paure. Credevo di aver abbandonato la guerra, e invece la guerra ero io».
Chiudendo idealmente la trilogia cominciata con Educazione siberiana e Caduta libera, Nicolai Lilin ricostruisce la cronaca sconvolgente della vita di un reduce, e insieme ci offre una sconcertante testimonianza del sistema di poteri-ombra che governano la Russia. Tra complotti e tradimenti, attentati e amori impossibili, violenze atroci e sorprendenti accensioni ironiche, Il respiro del buio è una storia di formazione estrema sorretta da una scrittura ruvida e diretta, che scortica e affonda lì dove il nostro mondo nasconde le sue cicatrici.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Casa Editrice

X