Menu

Kransov l’atamano

In Stock

 38.00
Confronta
Categoria:

Product Description

Petr Nicolaevic Krasnov è noto come romanziere e scrittore ed è altrettanto conosciuto come un generale strenuo oppositore della rivoluzione bolscevica. È l’atamano che i tedeschi misero a capo dell’organismo che governava le truppe collaborazioniste cosacche: giunse in Italia nei primi mesi del 1945 e alla fine del conflitto seguì la ritirata del contingente cosacco, percorso che terminerà con la sua consegna all’Armata Rossa. Pochi mesi dopo, Krasnov sarà condannato dal regime sovietico e giustiziato. Con una dettagliata ricostruzione della sua figura, l’autore ricompone i tasselli della carriera di Krasnov, dal servizio nell’esercito imperiale russo in missioni diplomatiche e come corrispondente di guerra alle sue azioni nel corso della Prima guerra mondiale. Fa luce sul periodo della rivoluzione russa e della reggenza dello stato del Don in veste di atamano: Krasnov infatti dal 1918 al 1919 fu investito dei massimi poteri militari e politici per condurre la lotta contro-rivoluzionaria nel Sud della Russia. Infine, il libro ricostruisce l’operato di Krasnov negli anni trascorsi in esilio fra i due conflitti mondiali, anche in riferimento alla sua produzione letteraria e in relazione al collaborazionismo con la Germania nazista sino ad arrivare al tragico epilogo con la consegna, sua e dei cosacchi, a Stalin.
Questo libro è il primo studio in Italia che si pone l’obiettivo di tracciare una biografia completa dell’atamano cosacco. Le ricerche sono state condotte attingendo a diverse fonti archivistiche italiane ed estere: tra queste meritano speciale riferimento i documenti, inediti, derivanti dai fondi conservati negli Hoover Institute Archives della Stanford University.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
X