Menu

La guardia di ferro argentina

In Stock

 26.00
Confronta
Categoria:

Product Description

Dopo la caduta del regime peronista, dall’esilio spagnolo di Perón, alla sua morte, al
“peronismo senza Perón” di Menem, di Kirchner e degli altri post-peronisti, fino ai nostri giorni.
Ricostruzione dettagliata della storia di una delle più interessanti componenti del
movimento giustizialista, quella facente capo ad Alejandro Alvarez, da molti considerato
uno dei pochi interpreti autentici del pensiero politico di Perón. Il movimento nasce come
un gruppo giovanile fascisteggiante all’indomani del golpe che ha spodestato Perón
(1950), cresce e si fa “adulto”, fino a diventare un’importante componente del movimento
neo-giustizialista. Percorre l’intero arco della transizione peronista, dal debito col fascismo
contratto dal Gruppo de Oficiales Unidos che diede origine al peronismo, fino alle posizioni
ultracattoliche in cui oggi si riconosce Alejandro Alvarez, passando attraverso tutte le
altre stagioni del peronismo, dalla conservatrice alla progressista, dalle simpatie
filocastriste agli ammiccamenti nei confronti della dittatura militare.
Opera di grande importanza per comprendere la storia dell’Argentina e del peronismo. La
denominazione di Guardia di Ferro adottata dal movimento di Alvarez testimonia un evidente
debito culturale nei confronti del fascismo europeo.
Alejandro C. Tarruella (Buenos Aires, 1948) è giornalista e scrittore. Ha pubblicato due libri
di saggi e tre di poesie. Come giornalista ha lavorato per il Clarin, Análisis e Primiera Plana.
Collaboratore di molti canali televisivi è stato responsabile della comunicazione per il Governo
della Città di Buenos Aires.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
X