Menu

La nobiltà della sconfitta

In Stock

 22.00
Confronta
Categoria:

Product Description

“Il nostro mondo, violento e feroce come vuole la lotta per la sopravvivenza e il dominio, venera il successo, e i suoi eroi sono gli uomini e le donne che hanno fatto trionfare la loro causa. (..) Nella complessa tradizione giapponese esiste però un altro tipo di eroe, la cui carriera si svolge generalmente in un periodo di tumulti e di guerre e che rappresenta l’antitesi assoluta dell’etica del successo. È l’uomo al quale la profonda onestà vieta le manovre e i compromessi tanto spesso necessari alla gloria terrena. Durante gli anni giovanili, il coraggio e l’energia lo spingeranno rapidamente in alto, ma l’eroe è per natura votato alla causa perdente e conoscerà ineluttabilmente la sconfitta. Lanciandosi nel suo doloroso destino, sfida i dettami della convenzione e del buon senso fino al momento estremo in cui sarà sconfitto dal nemico, il superstite vincente che con la sua politica spregiudicata e realistica riesce a imporre un nuovo, più stabile ordinamento del mondo”: in questo brano, tratto dalla prefazione a La nobiltà della sconfitta, Ivan Morris, uno dei più autorevoli studiosi inglesi di culture asiatiche, ha sintetizzato il senso del suo libro più celebre.
In effetti. La nobiltà della sconfitta racconta la tragica vita di nove personaggi storici, i quali affrontarono imprese disperate e finirono per essere annientati, nonostante grandi risorse di coraggio e di determinazione, da forze ad essi superiori.
Diversamente dagli eroi vittoriosi del mondo occidentale, questi uomini solitari si schierarono, per un inevitabile destino personale, dalla parte degli sconfitti, e terminarono la loro vita in esilio, da fuggiaschi braccati, o nell’apoteosi del suicidio rituale.
Tra gli eroi di cui il libro tratteggia la biografia, incontriamo un principe diciannovenne.
Arima no Miko, vittima di un intrigo di corte che per alcuni aspetti ricorda la fine dell’Amleto shakespeariano; un samurai fuorilegge, Minamoto no Yoshitsune, perseguitato e ucciso dal fratello maggiore; Amakusa Shiró, enigmatico adolescente che capeggiò un’insurrezione di cristiani giapponesi; e il maestoso Saigó Takamori, catalizzatore della restaurazione imperiale Meiji.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Casa Editrice

X