Menu

La sacerdotessa di Hitler

In Stock

 29.50
Confronta
Categoria:

Product Description

Savitri Devi, ovvero Maximiani Portas (1905-1982) è stata un personaggio importante nel panorama della cultura di destra di “frangia” nel dopoguerra. Con una formazione intellettuale di tipo classico (era greca d’origine) approdò all’induismo come ultimo baluardo pagano dell’“arianità”: proprio di quest’ultima si fece strenue sostenitrice fino ad arrivare al concepimento di un’originale forma di culto incentrata sulla persona di Adolf Hitler, considerato come l’“ultimo avatar”. Per far ciò volle continuare da sola quella guerra persa dal suo idolo facendo opera di promozione nei movimenti neonazisti del primo periodo postbellico: diede testimonianza anche della situazione della Germania sconfitta e del suo popolo umiliato che aveva creduto di essere destinato a cambiare il mondo e ad aprire una nuova era. L’influenza di Savitri Devi sul neopaganesimo, sul pensiero dei Verdi e sull’occultismo della fine del secolo scorso sono stati sottovalutati dalla bibliografia corrente, ma vengono per la prima volta messi in luce da questa biografia scritta da Nicholas Goodrick-Clarke: Savitri Devi, la “sacerdotessa di Hitler”, costituì una personalità che oggi verrebbe definita underground, ma non per questo meno influente nella società occidentale.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
X