Menu

L’Islam e la libertà

In Stock

 10.00
Confronta
Categoria:

Product Description

Il tema della libertà è uno dei più controversi e dibattuti, e negli ultimi tempi assume un ruolo chiave nel confronto tra Occidente e Islam. Mentre nel mondo moderno la libertà sembra essere intesa e concepita soltanto in termini “negativi”, una libertà da qualcosa che tende a considerare libero ciò che è arbitrario in senso individualistico, e avente per presupposto l’esistenza di coercizioni o limitazioni, nell’Islam essa presenta una connotazione “positiva”, una libertà per qualcosa che ha radici profonde ed è essenzialmente indirizzata alla formazione di sé e alla trascendenza.

Dopo aver stabilito che la legge ha il diritto e il dovere di limitare le libertà che possono danneggiare gli altri, emerge questa domanda: il legislatore deve limitare la libertà solo quando vi è un danno di carattere materiale, oppure nel processo legiferativo devono essere presi in considerazione anche interessi di ordine religioso, spirituale e ultraterreno? il punto della discussione verte proprio su questo. (Ayatullah Mesbah Yazdi)

L’ayatullah Muhammad Taqi Mesbah Yazdi (1934-viv.), filosofo, teologo e giurisperito, è considerato uno dei più autorevoli e influenti personalità musulmane viventi. Profondo conosciutore del pensiero di Avicenna e Molla Sadra, si è interessato anche di tematiche socio-politiche, partecipando attivamente alla Rivoluzione islamica iraniana che ha portato all’instaurazione, dopo molti secoli, di un Governo islamico nella forma della Repubblica islamica dell’Iran. Attualmente dirige nella città di Qom l’Istituto di formazione e ricerca “Imam Khoemini”, ed è autore di numerose opere filosofiche, teologiche e politiche.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Casa Editrice

X