Menu

Ludi Africani

In Stock

 11.40
Confronta
Categoria:

Product Description

E’ il 1913. Ernst Junger, diciottenne, fugge da scuola, acquista una rivoltella, attraversa in treno il confine con la Francia presentandosi a un ufficio di reclutamento della legione straniera a Verdun. Poco tempo dopo eccolo in viaggio, con rissosi compagni, per Marsiglia; da qui l’imbarco per la costa africana. Il giovanissimo Junger passerà sei settimane nella legione, chiudendo la sua fuga quando un intervento del padre della Germania provocherà il suo congedo. Un anno dopo si arruolerà di nuovo, ma nell’esercito tedesco, e andrà a combattere sul fronte occidentale la sua guerra, tra le “tempeste d’acciaio” che daranno il titolo a un libro memorabile. Fuggito da un’agiata esistenza di studente per poter vivere “arbitrariamente”, Junger farà la conoscenza, fra le mura di un fortino della legione, di quella speciale follia – seppur qui stemperata dal clima dell’avventura, dal colore dell’esotismo – che emana da un mondo chiuso di uomini in armi: un mondo insieme regolato e senza vera legge. Soprattutto, sperimenterà i limiti dell’avventura individuale, l’impossibilità di darsi un destino tutto personale; in realtà, egli è indotto a concludere, “nessuno può vivere arbitrariamente”. Ma l’Africa è anche, per lui il primo luogo in cui può scoprirsi osservatore – straordinariamente dotato – di una realtà al di là della vicenda attuale e contingente: il paesaggio, con il suo fascino immediato e la profondità del tempo che racchiude. E così, in questi “Ludi africani”, si rivela già tutta la sua mirabile forza percettiva il “contemplatore solitario”.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Autore

Casa Editrice

X