Menu

Scusi: per andare da Dio?

In Stock

 15.00
Confronta
Categoria:

Product Description

Quarta di copertina:

Contenti del proprio stato, Porcellino e Piccolo Riccio vivono persuasi di non mancare di nulla. Finché un bel giorno su di un manifesto leggono: “Chi non conosce Dio manca di qualcosa!…”

Un racconto da leggere in letizia, questo. Destinato a piccoli e grandi, adolescenti e adulti e vecchi smagati. A chi, insomma, non sente il bisogno di credere: nel peccato, nella redenzione dalla schiavitù del peccato, nel pentimento del peccato, nella penitenza per il peccato… Nell’aldilà e in un dio creatore e onnipotente – sopra tutto, “infinitamente buono”…

Sommario:

Il gusto gaudioso del bagno; un manifesto che angustia; Porcellino e Piccolo Riccio alla cerca del signor Dio; I ragguagli accorti della volpe; tre immense casa vicinissime; una sensazione di paura; la prima casa: la sinagoga e il divieto di accesso a Porcellino; la furia gelosa di un padrone “infinitamente buono”: il diluvio universale; Gli Dei sono fantasmi inesistenti?; e il Dio del rabbino, allora? – provocazione ingenua di Porcellino; la seconda casa: la chiesa dei “tormentati e oppressi”; il vescovo e la lavatura dei peccati; la mestizia apportata dalla “lieta novella”; gli indigesti pasticcini eucaristici; la terza casa: la moschea; il muftì comunica a Porcellino e Piccolo Riccio il precetto di lavarsi e pregare cinque volte al giorno; la trasgressione del comandamento e la ritorsione dell’arrosto eterno; una obiezione scellerata di Porcellino; l’agguato teso ai deu ‘cattivi’ dalla triade infuriata: rabbino-vescovo-muftì; la furiosa rissa domestica dei servi di Dio: la salvzza dei due ‘infedeli’; la redenzione della paura: le emendatio del manifesto; la conversione lustrale: gli areoplanini di carta; la riconciliazione di Porcellino e Piccolo Riccio con la vita.

Rilegato, completamente illustrato a colori.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.00 g
Casa Editrice

X